Eleganza senza tempo: un'intervista con la Sartoria da Sposa Elisabetta Delogu

Con la maestria di un pittore e la precisione di un sarto, Elisabetta ha saputo unire il suo amore per la pittura e il talento nell'arte del cucito, dando vita a creazioni uniche che oscillano tra il mondo dei sogni e la concretezza della realtà.

La sua storia personale è un viaggio affascinante attraverso la passione e la determinazione. Cresciuta in un ambiente dove l'arte e la creatività erano padrone, Elisabetta ha iniziato a coltivare il suo interesse per la moda fin da giovane, trascorrendo ore a dipingere e a creare abiti. È stato proprio questo connubio tra la pittura e la moda a spingerla verso la creazione di abiti da sposa e da cerimonia, unendo così le sue due passioni in un'unica forma d'arte.

Elisabetta Delogu
Elisabetta Delogu

Elisabetta, ci puoi raccontare di più sulla tua storia personale e su come hai iniziato a creare abiti da sposa e da cerimonia?

"La mia avventura nel mondo della moda è iniziata in modo quasi casuale, come un gioco. Sperimentavo su amiche che mi chiedevano di creare capi personalizzati per loro. In quel periodo, dopo aver completato i miei studi all'Accademia di Belle Arti, mi dedicavo completamente alla pittura. Fu solo dopo aver incontrato l'uomo che oggi è mio marito, a cui avevo decorato la casa con le mie opere, che cominciai a considerare seriamente l'idea di trasformare la mia passione in un'attività lavorativa. Ricordo ancora chiaramente il momento in cui la stanza che una volta era il mio studio d'arte si trasformò in un laboratorio di moda, colmo di tessuti e bozzetti. Fu proprio lui a incoraggiarmi ad esplorare il mondo della moda sposa, e così iniziai a creare i miei primi abiti, uno dopo l'altro."

Qual è stata la tua fonte di ispirazione iniziale e cosa ti ispira oggi nel tuo lavoro?

"La mia fonte di ispirazione primaria è sempre stata la natura. Mi affascina l'armonia dei fiori, la delicatezza delle foglie, il movimento del vento tra le piante. Oggi, il mio lavoro è permeato da questo stesso spirito: cerco di catturare la bellezza e l'eleganza della natura nei miei abiti, trasformando i miei disegni in autentiche opere d'arte."

Parliamo del tuo percorso professionale nel mondo della moda. Hai avuto esperienze significative o mentori che ti hanno guidato?

"Un momento fondamentale della mia carriera è stato il mio primo evento wedding a Milano. Quella esperienza ha segnato una svolta nella mia carriera, aprendomi le porte a nuove opportunità e consentendomi di esplorare il mercato nazionale e internazionale. Non posso non menzionare anche il contributo prezioso di alcuni mentori lungo il mio cammino, figure che mi hanno ispirato e guidato con saggezza attraverso le sfide e i successi della moda."

Ci sono artisti, luoghi o periodi storici che influenzano il tuo lavoro?

"Mi sono sempre sentita attratta dal periodo dei preraffaelliti, con la loro estetica romantica e l'attenzione per la natura e la spiritualità. Amo anche i luoghi antichi, quelli che raccontano storie millenarie e che trasudano un'atmosfera di mistero e fascino."

Quali sono i tessuti che preferisci utilizzare nelle tue creazioni e perché?

"I tessuti sono come le parole di un poeta: hanno il potere di trasmettere emozioni e raccontare storie. Nel corso degli anni, ho sperimentato con una vasta gamma di tessuti, ma quelli che mi affascinano di più sono quelli che offrono una combinazione di bellezza e praticità. Amo i tessuti trasparenti, come le organze e il tulle di seta, ma anche tessuti più materici, come le burette di seta, gli shantung. Ogni tessuto può darmi l’ispirazione per una nuova creazione. I bustini, di solito, sono fatti di tessuti più consistenti a cui applico elementi aggiuntivi quali fiori, foglie, farfalle realizzati e colorati a mano."

Quando crei un abito su misura, quali caratteristiche e peculiarità osservi in una donna e cosa ti ispira nella personalizzazione dell'abito?

"Ogni donna è unica, e così dovrebbe essere anche il suo abito. Quando creo un abito su misura, mi concentro non solo sulle misure e sulla forma del corpo, ma anche sulla personalità e sullo stile della donna che lo indosserà. Mi ispiro alle sue passioni, ai suoi sogni, alle sue aspirazioni, cercando di trasformare ogni abito in una vera estensione della sua identità."

Nel corso della tua carriera, quali sfide hai dovuto affrontare nel mondo della moda e come le hai superate?

"Come in ogni campo creativo, anche nella moda ci sono sfide e difficoltà da affrontare. Ma credo che sia proprio grazie a queste sfide che cresciamo e ci evolviamo come artisti. Personalmente, ho dovuto affrontare momenti di incertezza e di autocritica, ma ho imparato a superarli con determinazione e fiducia nelle mie capacità. L'importante è rimanere fedeli alla propria visione e al proprio stile, e non lasciarsi influenzare troppo dalle tendenze del momento."

Quali altre forme d'arte o culture influenzano il tuo design? Ci sono elementi non convenzionali che ti stimolano?

"Sono sempre stata affascinata dall'intreccio tra diverse forme d'arte e culture. Amo esplorare nuove prospettive e approcci creativi, prendendo ispirazione da ogni cosa che mi circonda. L'architettura contemporanea, ad esempio, mi affascina per la sua audacia e la sua capacità di sfidare le convenzioni. Trovo stimolante esplorare le connessioni tra architettura e moda, cercando di tradurre le linee e le forme dell'uno nell'altro."

Quali sono i tuoi obiettivi futuri nel tuo lavoro?

"Uno dei miei obiettivi principali è quello di espandere la mia attività e raggiungere un pubblico più ampio. Vorrei anche continuare a esplorare nuove tecniche e materiali, spingendo i confini della mia creatività sempre più in là. Ma soprattutto, spero di continuare a ispirare e a emozionare le persone attraverso il mio lavoro, portando un po' di bellezza e di magia nel mondo."

Le tue radici sono italiane. Come influenzano il tuo stile e la tua creatività? Cosa rende l'Italia speciale per te nel mondo della moda e del lusso?

"L'Italia è da sempre considerata il paese della bellezza e le mie radici sono profondamente radicate nel mio lavoro e nella mia cultura. Partendo da questo, sono molto legata alle forme, ai colori e alle atmosfere della mia regione, la Sardegna che, con le sue tradizioni e il fascino di una terra ancora aspra e arcaica, è per me fonte inesauribile di ispirazione."

Altri articoli

Villa Couëlle

3 July 2024 Mercato Immobiliare

Punta San Vigilio

11 June 2024 Territorio

Festival Tener-a-mente: un' esperienza di lusso al Vittoriale degli Italiani

8 July 2024 Lifestyle Eventi